In questo sito appare una selezione di blogspot gia' apparsi sul mio blog personale
prima del 9 Aprile 2008, data di apertura di questo blog.

Da allora in poi, ne e' una replica fedele.


Mie foto su Flickriver

kilpoldir - View my most interesting photos on Flickriver

martedì 11 marzo 2008

Pericolo! Attraversamento di gamberi selvaggi

ven. 30 maggio 2003 Pericolo! Attraversamento di gamberi selvaggi.

"FIRENZE, 30 MAG '03
Un esercito di gamberi … della Louisiana, di cui, in Toscana, esisteva un allevamento nel lago di Massaciuccoli (Lucca) … invade lo svincolo di Firenze nord dell'A1. Il fenomeno è iniziato lunedì scorso e ha costretto la Società Autostrade a recintare l'area autostradale. La Polstrada, che ha catturato alcuni esemplari, lancia l'ipotesi di segnalare il pericolo con appositi cartelli stradali…. Fra le soluzioni studiate c'è la recinzione dell'area dello svincolo. Sono necessarie reti basse, ma installate in profondità nel terreno: i gamberi scavano buche e sono anche capaci di arrampicarsi."

Da tempo eravamo abituati ad ascoltare nelle conversazioni salottiere le lodi dello scarafaggio, questo prodigioso coinquilino di bocca buona che popola con estrema discrezione le nostre città. Chi ne esaltava le straordinarie doti natatorie: "Pensa che nuota, anche nelle acque più nere e dense, senza lamentarsi o soffrirne". Chi le capacità arrampicatorie: "Io stessa l'ho scorto inerpicarsi sulla porcellana più scivolosa". Chi l'invidiabile olfatto che lo conduce, senza fallo, a percorrere lunghe e disagevoli intercapedini, per non parlar dei tubi, fino al raggiungimento del cibo. Chi la sobrietà, chi la pudicizia…
Ora, anche i gamberi esotici della Lousiana che scavano come talpe e si arrampicano come scoiattoli, attraversando campi, colli e autostrade, nel lodevole intento di popolare nuove acque palustri, meriteranno quel favore e quell'attenzione di cui erano stati defraudati fino ad ora per colpevole leggerezza e imperdonabile ignoranza.
E' stato necessario l'olocausto di alcuni esemplari sotto le impietose asperità delle ruote gommate perché fosse riconosciuto e conclamato il loro status d'immigranti legali.



Pubblicato da Alessandro C. Candeli (@lec) ven. 30 maggio 2003 Invia un commento all'autore
"Hac re videre nostra mala non possumus; // alii simul delinquunt, censores sumus." (*)

Indirizzo permanente - All'inizio - Al blog più recente - All'indice alfabetico

Nessun commento:

Archivio blog

Etichette

statistiche