In questo sito appare una selezione di blogspot già apparsi sul
mio
blog personale
prima del 9 Aprile 2008, data di apertura di questo blog.
Da allora in poi, ne e' una replica fedele.


Mie foto su Flickriver

kilpoldir - View my most interesting photos on Flickriver

22 ottobre 2021

Da scolaro

Dei lunghi anni passati da scolaro
Non ho un ricordo né dolce né amaro
Non sono mai andato a scuola con piacere
Ma soltanto per inevitabile noioso dovere
Galleggiavo a mezz'aria fra il genio e il somaro

21 ottobre 2021

Bon ton


In barba alle più rispettate convenzioni
Tuffò la mano nel piatto di maccheroni
Rovistando alacremente con tre dita
Catturò e ostentò la preda ambita
Tre sontuosi bisunti maccheroni

 

Allegria!

 

Sempre più spesso gli appariva evidente
Il declino progressivo della sua mente
Fin quando il fenomeno sparì del tutto
Niente più allarmi più niente di brutto
Tornò allegro e sereno come un demente

19 ottobre 2021

Memorabile

 


Aveva un faccia memorabile per le assenze
Priva di carattere un vuoto un niente
Anche la sua voce era priva di espressione
Gli usciva dalla bocca senza intenzione
Per ricordarlo occorreva una ferma determinazione

17 ottobre 2021

Quell'atmosfera

 

In quell'atmosfera di facilità eccessiva
Ogni capriccio germogliava e moriva
Ogni tensione passeggera sbocciava
Nel vuoto si gonfiava e scoppiava
E in una fermentazione di desideri svaniva

Top secret

 

A quattr'occhi gli voleva parlare
Perché gli doveva comunicare
Una faccenda molto delicata
Confidenziale molto riservata
Quando si videro l'aveva scordata


15 ottobre 2021

Novax

 

Non so se ci sia qualche speranza
Di arginare i guasti della ignoranza
Non funzionano né persuasione né repressione
La sola cura efficace è l'educazione
Buone letture studio e applicazione

14 ottobre 2021

Narcisismo

 


Nelle foto appariva quasi sempre serioso
Quasi fosse un vecchio generale a riposo
Un sorriso pronta cassa non gli veniva
Perché essere fotografato lo infastidiva
Un narcisismo a rovescio glielo impediva

13 ottobre 2021

Reincarnazione

 

Credeva fermamente nella reincarnazione
E pensava che sarebbe stato un fulgido leone
Mentre stranamente tendeva a sottovalutare
Di reincarnarsi in un lombrico buono per pescare
E finire in padella in una carpa di modesta dimensione

12 ottobre 2021

Divina

 

Irene Papas

Nessuno di noi riusciva a sostenere
Lo sguardo di quegli occhi sibillini neri
Sempre composta elegante severa
La sua persona emanava un aura austera
Una divinità a cui rivolgere un'umile preghiera

11 ottobre 2021

Le galline

 

Con le galline non si può ragionare
Hanno sempre troppo da fare
Se si potesse metterle a sedere
Forse si potrebbe anche vedere
Ma razzolano sempre non c'è niente da fare

La mappa

 


La grande mappa appesa alla parete
Era percorsa da una fitta inestricabile rete
Quasi una profezia di viaggi infiniti
Fra valli profonde e picchi arditi
Da percorrere con stupore in silenzio rapiti

09 ottobre 2021

Il berretto rosso

 

Indossava un berrettino con la visiera
Vecchio floscio sgualcito rosso bandiera
Lo portava sempre in ogni occasione
Come porta le sue penne un pavone
Per schiodarglielo dalla testa ci voleva una bufera

08 ottobre 2021

Il bastoncino

 

Da bambino con il suo fido coltellino
Intagliava totem di legno di pino
Con quel solo attrezzo rudimentale
E un'abilità non proprio eccezionale
Ne ricavava un brutto bastoncino

07 ottobre 2021

Il simposio

 


Senza mancare a nessuno di rispetto
Salutò tutti e se ne andò a letto
La conversazione era diventata noiosa
Più maldicenza che cronaca rosa
Pane per i denti della diletta sposa

06 ottobre 2021

Scelta libera

 

strade senza traffico durante la pandemia

Quello che aveva sempre desiderato
Non lo godeva una volta avverato
Perché imposto da inattese condizioni
Frutto di sgradite nuove imposizioni
Non una scelta libera ma una dura costrizione

05 ottobre 2021

Favete linguis

 


Dei vecchi vociferanti all'osteria
Non ho proprio nessuna nostalgia
Ma non amo neppure le ragazzine
Che si arrotolano le loro sigarettine
Nei dehors cinguettanti di sbarbine

04 ottobre 2021

Est bucum in rebus

 

Per distinguere un pertugio da un buco
Non basta l'occhio ci vuole anche fiuto
Il secondo è sempre maleolente
Mentre il primo lo è raramente
Secondo la statistica più recente

03 ottobre 2021

La formula

 

Aveva elaborato una teoria spericolata
Molto ardita e originale ma indimostrata
Avrebbe illuminato con geniali criteri
L'intero universo con tutti i suoi misteri
Gli mancava solo una formula adeguata

02 ottobre 2021

Il sole in carriola

 

Voleva trasportare il sole in carriola
Dove facesse luce per lei sola
Invece la luna le era indifferente
Illuminasse pure tutta la gente
Con quella luce pallida e inconsistente

01 ottobre 2021

Indipendente


Fiero di andare a scuola senza scorta
Non sopportava vincoli di sorta
Aveva le chiavi di casa fin da bambino
Le custodiva gelosamente con il coltellino
Libero e allegro più di un uccellino

 

30 settembre 2021

Equilibrio


Procedendo di sospetto in sospetto
Non concludeva neppure un progetto
La fiducia mal riposta è pericolosa
Ma la sfiducia totale non è meno perniciosa
Trovare il giusto equilibrio sarebbe perfetto

 

29 settembre 2021

Nasse fatali

 

Per consolarmi dalle seccature zampillanti
Quotidianamente numerose e costanti
Penso a quelle miserevoli intere generazioni
Finite in nasse fatali incalzate dai cannoni
Con ecatombi dalle smisurate proporzioni

28 settembre 2021

La lavagnetta elettronica


Per provare la nuova lavagnetta da bambino
Disegnò due finestre come occhi e un portoncino
Poi per completare un quadretto perfetto
Disegnò anche il sole tondo sopra il tetto
Mancavano solo la palla il cane e il bambino

27 settembre 2021

Il cappuccino

 

Di pomeriggio a metà del girettino
Si accontentava di un bel cappuccino
Niente drink spritz aperitivi colorati
Dai ragazzi alla moda molto amati
Ma solo latte e caffè da vecchio bambino

25 settembre 2021

Irreprensibile

 


Agli occhi di chi la conosceva era una peste nera
Con la sua arietta innocente irreprensibile severa
Era in grado di sgominare una compagnia di granatieri
Senza batter ciglio né mettersi pensieri
La sua cara mammina l'aveva fatta così com'era

24 settembre 2021

Vento cosmico

 

Scendendo gl'infiniti scalini della notte
Attraversavo rupi balze e stillanti grotte
Da solo percorrevo un'insonne cosmografia
Sperando di essere sollevato e portato via
Da un vento cosmico per sconosciute rotte


23 settembre 2021

Foglie al vento


Una brezza incostante e ondivaga
Accarezzava a brevi tratti la plaga
Le foglie secche si lasciavan trascinare
Quasi liete di poter partecipare
Al gioco del vento che le faceva mulinare

22 settembre 2021

Australopiteco

 

Nella cenere fossile di un valle africana
Si sono trovate impronte della specie umana
Risalgono a più di quattro milioni di anni
Sopravvissute miracolosamente senza danni
Testimoniano una nostra origine incredibilmente arcana

21 settembre 2021

Cielo immobile

 

Il cielo stava immobile sui tetti assetati
Tegole e comignoli riarsi e impolverati
Attendevano dalle nuvole il fresco ristoratore
Delle gocce e della pioggia il martellante rumore
Dei fulmini e dei tuoni l'eccitante fragore

20 settembre 2021

Il sonnellino

 

Al risveglio del sonnellino pomeridiano
Il mondo gli sembrò un po' strano
Quattro tavoli apparecchiati e una sola sedia
Gli sembrarono troppo fuori dalla media
Richiuse gli occhi e tornò nel deserto australiano

19 settembre 2021

Il botulino

 

Un botulino particolarmente insidioso
Non si concedeva distrazioni o riposo
Acquattato in un lattina ammaccata
Attendeva la vittima designata
Che ignara si sarebbe infettata

18 settembre 2021

Il cognome

 

Cangrande della Scala

Si scoprì degno di un cognome famoso
Uno venerabile imperituro glorioso
Doveva trovare un nome degno da accoppiare
Altrettanto memorabile ma senza esagerare
Gran Mastino gli sembrò dignitoso

17 settembre 2021

Il capostipite

 

Capostipite di una progenie numerosa
Alla fine di una lunga vita avventurosa
Si ritrovò solo nella grande casa di famiglia
Col sostegno saltuario di una sola figlia
Scampata alla diaspora di ogni altra cosa

16 settembre 2021

Un nuovo passato

 

Tracciata una riga fra il presente e ciò che era stato
Decise d'inaugurare un nuovo passato
Si trattava d'inventare una nuova memoria
Di costruire da zero una nuova storia
Calcare nuovi mondi ricoprirsi di gloria

15 settembre 2021

Il sotterfugio

 

Un sotterfugio dal pelo striato
Scappò dalla gabbia dov'era confinato
Per sfuggire ad una nuova cattura
Assecondando la sua vera natura
Sfuggiva alla vista nascondendosi con cura

14 settembre 2021

La tenda gonfia


La tenda gonfia dal sole sbiancata
Filtra un aria stanca già respirata
Sul tavolo sfoglio appunti di storie passate
Vissute in epoche remote ormai cancellate
Testimoni inoppugnabili di una vita movimentata

 

13 settembre 2021

Uni

 Mia libera alterazione di un'incisione di Escher

L'immagine che lo specchio rimandava
Era alterata non mi rispecchiava
Come filtrata da un orgia di specchi deformanti
Confondeva il sopra il sotto il dietro il davanti
Ero solo uno ma sembravamo tanti

12 settembre 2021

La svolta

 

Dopo le tarme anche l'ultima mosca è andata
La camera è vuota silenziosa abbandonata
Per anni ci ho vissuto come una reclusa
Alternando veglia e sonno sola e confusa
Poi ho varcato la soglia e non ci sono più tornata

11 settembre 2021

I jeans

 


Dopo anni di oblio ben meritato
Indossò dei jeans freschi di bucato
Con tasche scomode e mal tagliate
Cuciture rigide grossolane esagerate
Li ripose nell'armadio donde erano sbucate

10 settembre 2021

Profumato


Quale prova del suo caldo amore
Mi fabbricò un maglione bicolore
La lana era morbida il colore azzeccato
Ma maledizione lo aveva profumato
Un profumo indelebile anche dopo stralavato

 

09 settembre 2021

Sotto la tenda

 

Sotto la tenda di velo ricamata
La bimba raccontava la storia di una fata
Al gattino che la stava ad ascoltare
Rapito e tutt'orecchi senza miagolare
Nella casa buia silenziosa e addormentata

08 settembre 2021

Le piallasse

 

Grosse deformi noci di cocco pelose
Sbucavano dalle immote acque paludose
Sotto gli occhi sdegnosi dei pini
Severi censori dei molli acquitrini
Nobili custodi dei paesaggi marini

07 settembre 2021

Attento!


Delle sue parole il suono non mi giungeva
Solo con gli occhi ascoltavo che diceva
Gesticolava in modo molto espressivo
Ciò nonostante io non lo capivo
Solo quando fui travolto capii che mi avvertiva

 

06 settembre 2021

La direttissima

 

Con pochi passi agevoli abbandonata la moto
Raggiungevo il culmine del colle silenzioso e vuoto
Dall'alto si dominava un paesaggio operoso
Dalla valle giungeva l'eco di un treno rumoroso
Invisibile e misterioso con il suo carico ignoto


05 settembre 2021

Black out

 

Nella casa buia e di colpo ammutolita
Ci si muoveva con gli occhi sulle dita
Alla ricerca di una luce alternativa
Una candela di un'era primitiva
Quando di notte al buio si dormiva

04 settembre 2021

Völkerwanderung

 

Gli Unni

Dalle steppe più desolate e remote
Tribù feroci dalle origini ignote
Dilagarono come un fiume in piena
Lasciandosi alle spalle lutti e pena
E una catastrofe immane passata la piena

03 settembre 2021

Maître à penser

 

Spostava il baricentro delle sue opinioni
Al rapido mutar delle stagioni
Convinto di avere un solido parere
Lo profondeva in giro con piacere
Quasi fosse un imprescindibile dovere

02 settembre 2021

Formichine alate

 

Alla prima pioggia autunnale
Dopo gli scrosci di un temporale
Centinaia di moscerini improvvisamente
Sono precipitati da un trave simultaneamente
Condividendo lo stesso destino fatale


31 agosto 2021

Il pensionato

 

Ormai stanco e soprattutto annoiato
Dell'orfana vita da pensionato
Decise d'iscriversi alla prima elementare
Entusiasta e determinato a ricominciare
Certissimo di avere molto da rimparare

Archivio blog

Etichette

Visualizzazioni totali

statistiche